Sballare i Miti di Meditazione con Dan Harris

0
177

Sai che la meditazione è un bene per voi. Sai che probabilmente si dovrebbe provare. Ma in qualche modo, semplicemente non può farlo aderire. Forse non avete tempo, credo che sarà farti morbido, o preoccuparsi è necessario sedersi nella posizione del loto o crescere un uomo bun. Non avere paura!

Special guest Dan Harris aiuterà a mettere quelle paure per riposare. Dan è un Emmy Award-winning giornalista e co-anchor della ABC Nightline e le edizioni di fine settimana di Good Morning America. Egli è l’autore del 10% più Felici, #1 New York Times bestseller. Ha continuato a lanciare il 10% più Felice podcast e un app chiamato 10% Felice: la Meditazione per Irrequieto Scettici (che, by the way, io penso sia il miglior titolo di sempre). Vive a New York con sua moglie, Bianca, il loro figlio, Alexander, e tre ASPCA gatti. Il suo nuovo libro, la Meditazione per Irrequieto Scettici, è parte di viaggio di strada documentario, parte mythbusting, parte la meditazione come, ed è ora disponibile.

Nella nostra conversazione, Dan problema-risolto maggiori ostacoli che ci impediscono di meditazione, come…

  • Non ho il tempo.
  • Non riesco a farlo. Variazioni comuni su questo includono, “non posso cancellare la mia mente”, “la Mia soglia di attenzione è troppo breve,” “io sono troppo inquieto/distractable/ansia/ADHD, etc.”
  • La meditazione è strano e woo-woo.
  • La meditazione mi farà morbido e compiacente.
  • La meditazione è come mangiare le verduree ‘ un bene per me, ma poco attraente.
  • Non ho bisogno di un’altra cosa da controllare fuori la mia to-do list.

Continuate a leggere per avere la vostra meditazione enigma risolto!

Ellen Hendriksen: ho davvero apprezzato sia i libri, il 10% più Felici e Meditazione per Irrequieto Scettici, ma per i nostri ascoltatori che potrebbero non avere familiarità con la vostra storia, ci può dare un breve background, qualcuno potrebbe dire, improbabile percorso di meditazione?

Dan Harris: Sì, io non sono uno stereotipo meditatore, sicuramente.

EH: non.

DH: Non stereotipate meditazione evangelista. Sì, ho abbastanza famoso, ha avuto un attacco di panico sulla televisione nazionale nel 2004 su Good Morning America. Ero l’ancoraggio della news e aggiornamenti, che è la persona che esce in cima ad ogni ora e offre le prime pagine dei giornali. E ho appena perso la mia capacità di parlare perché ero proprio fuori di testa. E si può vedere su YouTube, se lo si desidera.

EH: molto brave!!!

DH: È possibile digitare in “Attacco di Panico in Diretta Televisiva”, ed è il primo risultato che viene fuori.

EH: sei Fortunato.

DH: È stato causato da alcuni stupidi decisioni nella mia vita personale. Al momento, ho lavorato per diversi anni all’estero in zone di guerra come un giovane, ambizioso e idealista giornalista, ed era tornato a casa e diventato depresso. E quindi questo è dove le cose sono veramente stupido: ho iniziato ad auto-curarsi con le droghe, compresa la cocaina e l’ecstasy.

E questo è stato sufficiente, secondo il medico, in seguito, ho consultato, per far aumentare artificialmente il livello di adrenalina nel mio cervello e per amplificare la mia linea di base e di ansia che mi fanno più inclini ad avere attacchi di panico. In modo che la scoperta e che tipo di cascata di comportamento irragionevole impostare me off su di un percorso che, in definitiva, è atterrato a me sulla meditazione.

EH: E da allora, così si dice nel libro che amo questa frase, che “la meditazione è stata la vittima del peggior campagna di marketing per niente e nessuno.” Quindi, cosa c’è di sbagliato con l’immagine attuale di meditazione, e come, nei tuoi occhi, e possono essere risolti?

La meditazione è stata la vittima del peggior campagna di marketing per nulla.

DH: Beh, penso che ho un sacco di cose da dire su questo. Se si guarda la tradizionale arte che racconta l’esperienza della meditazione—si sa, il Buddha, il piccolo Buddha statue che si vedono in aeroporto terme—si è ragazzi piegato in un pretzel o donne piegato in un pretzel con questi beatifica sguardi sui loro volti sembra volino via verso il cosmo, e, si sa, è tutti beatitudine e di luce…

EH: È tutto molto aerografato, sì, certo.

DH: Sì. Sì! E così che si crea l’impressione che a) la meditazione è strano, e b) che si sta andando a fare male, a meno che in ultima analisi, si sa, immediatamente a finire in uno stato di beatitudine. E che non è come la meditazione è davvero! È un esercizio per il cervello e per la tua mente, e spesso è difficile. Davvero difficile! Perché ciò che si sta facendo nella meditazione, cercando di concentrarsi su una cosa alla volta. Di solito sei seduto—non è necessario sedersi a gambe incrociate, si può semplicemente sedersi su una sedia, se volete, e si sta cercando di portare tutta la vostra attenzione alla sensazione del tuo respiro, di solito. E poi questa è la chiave, ogni volta che si ottiene distratto, che è, un milione di volte.

EH: Che è ciò che il cervello.

DH: Sì, sì! Si inizia di nuovo e di nuovo e di nuovo. Ma a causa di questa scherzando etichettato come “orribile campagna di marketing,” la gente sedersi a meditare, hanno immediatamente distrarsi, e subito concludere, “io non posso farlo.” Voglio dire, ieri l’ho sentito due volte dalla gente: “Oh, yeah, yeah, ho provato a meditare, non posso farlo.”

E ‘ come dire che, si sa, qualcuno le mani un violino e non si può giocare, perché non ho mai preso una lezione di violino prima, e per concludere non si può suonare il violino. È un’abilità! Sai, hai bisogno di imparare come farlo. Si ottiene meglio e meglio.

Ma sei sempre quote unquote “in mancanza di” in meditazione. Che è la meditazione. Non si tratta di raggiungere un particolare stato di beatitudine zona. Che possono realmente accadere alla fine profonda della piscina, ma per la maggior parte di noi, me compreso, in generale questo processo di meditazione, è vedere che sei diventato distratto e l’inizio di nuovo e di nuovo e di nuovo. E dal modo, che è la parte più importante!